Articles

Bluestar: Una pianta nativa per le masse

Nel 1990 c’era un ronzio elettrizzante intorno Arkansas bluestar (Amsonia hubrichtii) che ha fatto schizzare da una pianta da collezione a un fenomeno nel mondo del giardinaggio. I suoi seducenti fiori blu mi erano familiari-conoscevo già l’imponente eastern bluestar— A. tabernaemontana) – ma le foglie morbide e filiformi e il ricco colore dorato dell’Arkansas bluestar erano una novità. Questi bluestars sono costruiti allo stesso modo, anche se Arkansas bluestar sembra meno intimidatorio a causa del suo fogliame finetextured. Lungo la strada da pianta nativa a indispensabile giardino perenne, Arkansas bluestar è stato onorato come pianta perenne dell’anno nel 2011, che è più di un semplice premio di bellezza o concorso di popolarità. I suoi meriti ornamentali e la sua cultura facile lo hanno reso un pilastro, ma non è certamente l’unico bluestar degno.

Giustamente chiamati per i loro fiori stellati dal più bello pervinca blu al più pallido blu, bluestars tenere i loro fiori in grappoli terminali verticali a partire dalla tarda primavera. I loro boccioli di fiori densamente affollati spesso sembrano neri fumosi prima che le infiorescenze si dispieghino. Questo spettacolo di fiori è fugace-della durata di due o quattro settimane, forse un po ‘ più a lungo. Pigeonholing bluestars come piante perenni primavera-fioritura è giusto, ma offrono molto di più attraverso le stagioni. Forti abitudini cespugliose e fogliame bello sano portano bluestars oltre la primavera e in estate e in autunno. Ci sono momenti in cui penso che il mio profondo apprezzamento per bluestars è semplicemente perché tutti i primi fiori sono speciali dopo un brutale inverno del Midwest. Ma mentre l’estate precipita a cadere, sono sempre più impressionato dalla forza e dalla bellezza di alcuni bluestars di prim’ordine molto tempo dopo che i loro fiori sono sbiaditi.

A colpo d’occhio: Amsonia spp. e cvs.

Orari: 4-9

Condizioni: Pieno sole ad ombra parziale; umido, ben drenato

tempo di Fioritura: dall’Inizio della primavera all’inizio dell’estate

Native gamma: A. hubrichtii, A. tabernaemontana, e A. ciliata sono ampiamente celebrato indigeni d’america, mentre meno noto Amsonia specie come A. orientalis sono trovati in tutto il mondo.

Top trial performers

‘Blue ice’ (A. ‘Blue Ice’) ha una storia interessante, anche se abbozzata,. Scoperto in una serra piena di eastern bluestar e presunto essere un ibrido, è stato selezionato per la sua abitudine compatta e fiori blu scuro e soprannominato ‘Selezione WFF’— un nome che detiene ancora a White Flower Farm. Con il permesso di quel vivaio, Tony Avent di Plant Delights Nursery lo ha ribattezzato per dargli un maggiore appeal. ‘Blue Ice’ presenta profondi fiori blu lavanda con i petali più ampi di qualsiasi bluestar. Le sue foglie sembrano molto simile bluestar orientale, ma è meno della metà delle dimensioni a soli 20 pollici di altezza. A differenza di altri bluestars, ‘Blue Ice’ è rizomatoso. Alcuni dicono che è un ibrido o forse una selezione di A. orientalis-precedentemente noto come Rhazya orientalis-ma la maggior parte dei giardinieri lo ameranno anche con questi problemi di identità irrisolti.

Eastern bluestar tiene i suoi fiori blu pallido nei più grandi gruppi di tutti— 6 pollici di lunghezza e 4 pollici di larghezza.

Eastern bluestar tiene i suoi fiori blu pallido nei grappoli più grandi di tutti—6 pollici di lunghezza e 4 pollici di larghezza. Il colore del fiore svanisce rapidamente al blu biancastro nelle calde temperature primaverili. Il verde scuro, foglie ovalastre ingialliscono a metà autunno-spesso un buon colore, ma mai brillante come quello di Arkansas bluestar. I suoi steli alti—fino a 50 pollici-possono essere gestiti tagliandoli di un terzo a metà dopo la fioritura, il che promuove un’abitudine più cespugliosa e compatta.

Willow bluestar

Willow bluestar (A. tabernaemontana var. salicifolia) differisce dal bluestar orientale nell’avere foglie più strette a forma di lancia, ma è simile in altri aspetti ed è stato un esecutore altrettanto forte nel processo.

Arkansas bluestar

Pur mantenendo buona compagnia con i sosia più recenti, Arkansas bluestar è probabilmente ancora il leader del pacchetto bluestar. Fiori blu pallido in grandi, grappoli sciolti fioriscono una settimana o giù di lì più tardi di molti bluestars. Le sue foglie strette e filiformi sono affollate su steli morbidi ma robusti. Mi piace il modo in cui le punte piumate del nuovo arco di crescita come nappe sopra e attraverso i fiori in ritirata. Brillante, giallo dorato fogliame caduta – spesso infuso con un bagliore arancione—è la gloria coronamento Arkansas bluestar.

Shining bluestar

Shining bluestar (A. illustris) superficialmente simile orientale bluestar in foglia e generoso abitudine, ma uno sguardo più attento rivela alcune differenze di carattere distintive. Le foglie coriacee verde scuro sono lucenti, e i semi sono pendenti all’interno del fogliame salice piuttosto che rivolto verso l’alto come altri bluestars. Fiori blu pallido leggermente più piccoli sono abbondanti per diverse settimane a partire dalla tarda primavera. Il colore autunnale è un giallo passabile-non il migliore ma non il peggiore.

‘Goccia di limone’

‘Goccia di limone’ (A. ‘Lemon Drop‘), un’introduzione sorella di’ Butterscotch’ dal plantsman locale John Wachter, è stato selezionato per il colore autunnale—in questo caso, un bel giallo limone brillante. “Butterscotch” e “Lemon Drop” sono quasi gemelli per abitudine e dimensioni, anche se “Lemon Drop” è più stretto e più denso e le sue foglie morbide e piumose sono più lucenti. I fiori blu lavanda scuri si aprono da boccioli quasi neri in tarda primavera. I fiori sono circa la metà della larghezza di ‘Butterscotch’ a causa dei petali riflessi, che rende i grappoli di fiori leggermente più piccoli.

‘Midway to Montana’

‘Midway to Montana’ (A. ‘Midway to Montana’) è uno di una manciata di eccellenti bluestar ibride. Nella tarda primavera, i fiori blu pallido scoppiano dai boccioli blu cielo. (Il colore è tipicamente intensificato nella fase di gemma di bluestars.) A mezzo pollice piuttosto che tre quarti di pollice di larghezza, le sue foglie verdi sono più strette di quelle di eastern bluestar, e ingialliscono in autunno. “Midway to Montana” ha sviluppato una robusta abitudine cespugliosa nel tempo, ma non era così densa come “Lemon Drop”.

‘Butterscotch’

Dovrai aspettare fino all’autunno per capire perché ‘Butterscotch’ (A. ‘Butterscotch’) ha preso il suo nome; fulvo, giallo dorato autunno picchi di colore per noi nel tardo autunno. Lo spettacolo vale la pena aspettare, ma c’è molto da vedere nel frattempo. Grandi ciuffi piramidali di fiori azzurri adornano steli rigidi in tarda primavera. I petali appuntiti sono orizzontali, non piegati verso il basso, quindi i fiori stellati sono più grandi di quelli di molti altri bluestars. Circa una settimana dopo la piena fioritura, un flusso di nuova crescita inizia a mascherare i fiori—un tratto interessante ma non del tutto favorevole di tutti i bluestars. Snello, foglie filiformi vestire steli robusti che ha raggiunto un robusto 48 pollici di altezza e 64 pollici di larghezza injust pochi anni.

‘Fontana’ eastern bluestar

‘Fontana’ eastern bluestar (A. tabernaemontana ‘Fontana’) è una fantastica selezione di eastern bluestar con tutte le sue buone qualità—più un paio di più—in un pacchetto più piccolo. A 32 pollici di altezza, ‘Fontana’ è significativamente più breve rispetto alla specie, ma ha ancora un ” abitudine ampiamente vaso-forma. I fiori blu più scuri sono una bella innovazione, anche se loro e le infiorescenze sono più piccole. Data l’abitudine densa, è facile trascurare gli attraenti steli viola. Scorci di frutta viola scuro a fine estate aggiungono interesse, ma i baccelli si frantumano molto prima che le foglie ingialliscano in autunno.

Nuove selezioni da tenere sul radar

‘First Hit’ eastern bluestar (A. tabernaemontana ‘First Hit’) sta mostrando grandi promesse dopo soli due anni di sperimentazione. I fiori azzurri a quasi un pollice attraverso sbocciano dalla tarda primavera all’inizio dell’estate. Le foglie verde scuro lucide-strette ma non filiformi-diventano un piacevole giallo in autunno. ‘First Hit’ ha un’abitudine compatta e arrotondata con steli rosso-viola alti fino a 24 pollici.

‘Short Stop’ eastern bluestar (A. tabernaemontana ‘Short Stop’) è la prima introduzione nella serie Baseball™ ed è in prova da tre anni. I suoi grappoli arrotondati di fiori azzurri sono abbondanti in tarda primavera e sono seguiti da profondi semi bordeaux che non sono sepolti così profondamente all’interno delle ampie foglie verdi. ‘Short Stop’ mi sembra una versione compatta di ‘Fontana’, con steli viola scuro allo stesso modo, ma è alto solo 24 pollici e largo 36 pollici.

I gambi quasi neri e i fiori blu pervinca di’ Storm Cloud ‘ Eastern bluestar (A. tabernaemontana ‘Storm Cloud’) sono una combinazione di primavera accattivante. Mentre ‘Storm Cloud’ è distintamente un bluestar, i suoi petali sono più larghi e più arrotondati rispetto alla maggior parte. Mentre i fiori svaniscono, così fa il colore dello stelo-rimanendo colorato per l’estate, non solo nero. Le ampie foglie verde scuro hanno venature argentate prominenti e ingialliscono in autunno. Dopo due anni nel processo, l “abitudine pianta è a forma di vaso a 20 pollici di altezza e 22 pollici di larghezza, ma presumibilmente diventare più rotondo e più ampio con l” età. ‘Storm Cloud’ è la scoperta di Hans Hansen e Tony Avent—due allevatori di piante dagli occhi acuti che hanno dato ai giardinieri una miriade di piante eccezionali.

‘Verdant Venture ‘ (A. ciliata var. tenuifolia ‘Verdant Venture’ ) potrebbe essere l’ambito Santo Graal (di bluestars). Odio essere una presa in giro, ma questo non sarà disponibile per i giardinieri per qualche altro anno. Grandi fiori di azzurro al viola si aprono all’inizio della primavera, e anche se la loro copertura della pianta è impressionante, sono troppo effimeri per ottenere i diritti di denominazione. ‘Verdant Venture’ si riferisce al lussureggiante fogliame verde scuro le cui foglie filiformi diventano giallo dorato a fine autunno. Fine-strutturato e incredibilmente compatto, le piante sono 28 pollici di altezza e 60 pollici di larghezza dopo 10 anni nelle prove. Devo ancora incontrare qualcuno troppo stanco per non essere spazzato via da ‘Verdant Venture’.

I dettagli di bluestars

Nozioni di base sulla cultura

  • MANUTENZIONE:Tagliare gli impianti a terra a fine inverno o all’inizio della primavera è l’unica cura necessaria.
  • FIORITURA: Nel nostro giardino, la stagione di fioritura per bluestar in genere si è conclusa o vicino al solstizio d’estate. Che sarebbe più lungo in una primavera fresca, ma anche notevolmente accorciato in una primavera calda.
  • PARASSITI: Come altre piante della famiglia dogbane (Apocynaceae), tutte le parti di bluestars contengono linfa lattiginosa, che non è fastidioso per le persone e sembra scoraggiare la navigazione dei cervi.
  • SEEDPODS: Seedpods cilindrici sottili aggiungere un po ‘ di interesse strutturale e colore più tardi in estate—uno scatto di crescita dopo la fioritura seppellisce i baccelli violacei circa a metà strada lungo i gambi tra le foglie.
  • ABITUDINE: le piante allentate o aperte, specialmente quelle che crescono in troppa ombra, possono essere ridotte a 10 pollici dopo la fioritura per incoraggiare steli più corti e robusti. Il flopping si verifica anche dopo forti piogge.
  • MALATTIE: la clorosi fogliare è stata notata a volte su Arkansas (A. hubrichtii) e bluestars frange (A. ciliata).
  • PROPAGAZIONE: la semina dal seme è la migliore. A crescita lenta e longeva, bluestars raramente richiedono divisione. Selfsowing è a volte abbondante, ma mai problematico.
  • AUTUNNO COLORE: Verde scuro foglie variano da fine-strutturato e filiforme a ampiamente a forma di lancia. Sono colorati in modo affidabile in autunno quando girano belle sfumature di giallo, bronzo, bordeaux o arancione.

Richard Hawke è responsabile della valutazione delle piante presso il Chicago Botanic Garden di Glencoe, Illinois.per maggiori informazioni: .com, Jerry Harpur/gapphotos.com, Steve Aitken, Bill Johnson, per gentile concessione di John Wachter, martin Hughes-Jones/gapphotos.com, per gentile concessione di John Wachter, millettephotomedia.com, per gentile concessione di John Wachter, Bill Johnson, per gentile concessione di Intrinseca Giardini Perenni, Giosuè McCullough, per gentile concessione di perennialresource.com, per gentile concessione di Jim Ault, Danielle Sherry; per gentile concessione di Susan Mahr, Maestro Giardiniere Programma, Università di Wisconsin-Madison, Bill Johnson.

Illustrazione: Quagga Media / Alamy Foto d’archivio.

Ricevi i nostri ultimi suggerimenti, how-to articoli, e video didattici inviati alla tua casella di posta.