Articles

Hecuba

Questa pagina riguarda la figura mitologica; per altri usi, vedi Hecuba (disambiguazione)

File:Hector brought back to Troy.jpg
La morte di Ettore su un sarcofago Romano, c. 200 ANNUNCI

Ecuba (anche Hekábe, Hecabe, Hécube; greco Antico: Modello:Polytonic) è stata una regina nella mitologia greca, moglie del Re Priamo di Troia, con il quale ha avuto 50 bambini. Il figlio più famoso era Ettore di Troia. La sua figlia più famosa era Cassandra, sacerdotessa di Apollo. Ecuba era di origine frigia; suo padre era Dymas, e sua madre Eunoë era una figlia di Sangario, dio del fiume Sangario, il principale fiume dell’antica Frigia.

Nell’ecade, Ecuba appare come la madre di Ettore, lamentando la sua morte in un noto discorso nel Libro 24 dell’epica. Ha diverse apparizioni minori nel poema; nel Libro 6, sotto il consiglio di Ettore, conduce le donne troiane al tempio di Atena per pregare per chiedere aiuto. Nel Libro 22, lei supplica con Ettore di non combattere Achille, per paura di “mai arrivare a piangere si disposti su una bara.” .

Secondo la “Biblioteca” di Apollodoro, Ecuba ebbe un figlio di nome Troilo con il dio Apollo. Un oracolo profetizzò che Troia non sarebbe stata sconfitta finché Troilo avesse raggiunto l’età di vent’anni. Fu ucciso da Achille durante la guerra di Troia.

Polidoro, il figlio più giovane di Priamo da Ecuba, fu inviato con doni di gioielli e oro alla corte del re Polimestore per tenerlo al sicuro durante la guerra di Troia. I combattimenti divennero feroci e Priamo era spaventato per la sicurezza del bambino. Dopo la caduta di Troia, Polymestor gettò Polydorus alla sua morte per prendere il tesoro per se stesso. Ecuba però, fu ridotta in schiavitù dagli Achei quando la città cadde e alla fine vendicò suo figlio, accecando Polymestor e uccidendo i suoi figli. Queste azioni sono mostrate nella commedia di Euripide “Ecuba”.

In un’altra tradizione, Ecuba impazzì vedendo i cadaveri dei suoi figli Polidoro e Polixena. Dante ha descritto questo episodio, che ha derivato da fonti italiane:

E quando la fortuna volse in basso l’altezza de’ Troian che tutto ardiva, sì che ‘nsieme col regno il re fu casso, Ecuba trista, misera e cattiva, poscia che vide Polissena morta, e del suo Polidoro in su la riva del mar si fu la dolorosa accorta, forsennata latrò sì come cane… E quando la fortuna rovesciò l’orgoglio dei Troiani, che osarono tutto, così che sia il re che il suo regno furono distrutti, il povero miserabile catturò Ecuba, dopo aver visto la sua Polyxena morta e aver trovato il suo Polydorus sulla spiaggia, fu impazzito dal dolore e cominciò ad abbaiare come un cane…

~ Inferno XXX: 13-20

Una terza storia dice che fu data a Odisseo come schiava, ma mentre ringhiava e lo maledisse, gli dei la trasformarono in un cane, permettendole di fuggire.

Ecuba, i figli con Priamo

vedere anche Elenco di Re Priamo bambini

  • Antiphos
  • Cassandra
  • Creusa
  • Deiphobus
  • Ettore
  • Eleno
  • Hipponous
  • Laodice
  • Pammon
  • Parigi
  • Polites
  • Polidoro
  • Polissena

Ecuba, in Musica

Ecuba, è citato nel pezzo “Fortune Plango Vulnera” da Carl Orffs’ “Carmina Burana” in linea:

“Nam sub ascia legimus Hecubam reginam”, letteralmente, “per di sotto dell’asse è stato scritto la Regina Ecuba”

Ecuba, nelle arti e nella letteratura

  • personaggio Centrale di shakespeare, Ecuba e Le troiane di Euripide
  • Personaggio in Re Priamo di David Park (1958-61)
  • Riferimento nella Critica della ragion Pura da Immanuel Kant
  • Menzionato in “Fortune plango vulnera” di Carmina Burana
  • Menzionato come parte del ‘Troy scena’ William Shakespeare poesia “Il ratto di Lucrezia”
  • Menzionato nell’Atto II, Scena 2 di Amleto, di William Shakespeare
  • personaggio Centrale del Corteo delle Aquile di Martha Graham (1967)
  • Personaggio nel gioco La Guerra di Troia, Non Avrà Luogo, a cura di Jean Giraudoux
  • Nome del gatto in Drag Me to Hell
  • Il principale antagonista nel video gioco Nox è denominato Hecubah
  • Harold Ecuba (interpretato da Phil Silvers), un personaggio in l’Isola di Gilligan episodio, “Il Produttore.”
  • Omero ‘L’Iliade. Linea 86
  • Fonti primarie

    • Virgilio, Eneide III.19-68
    • Omero, Iliade XVI.717-718
    • Solino, De vita Caesarum X.22
    • Lattanzio, Divinae istituzioni I. 22
    • Pomponio Mela, De chorographia II.26
    • Ovidio, Metamorfosi XIII.423-450, 481-571
    • Euripide “le troiane”
    • Euripide, “Ecuba”

    fonti

    Modello:Commonscat

    • Tsotakou-Karveli. Lessico della Mitologia greca. Atene: Sokoli, 1990.

    Modello:i Personaggi dell’Iliade

    ar:هيكوباbr:Hekabebg:Хекубаca:Hècubacs:Hekabéda:Hekabede:Hekabeet:Hekabeel:Ekáßnes:Hécubaeu:Hekubafa:هکابهfr:Hécubeko:헤카베hr:Hekabait: Ecuba (mitologia), ha:הקובהla:Hecubalt:Hekubanl:Hekabeja:ヘカベーno:Hekabepl:Hekabept:Hécubaro:Hecubaru:Гекубаsimple:Hecubask:Hekabasl:Hekabasr:Хекабаѕһ:Hekabafi:Hekabesv:Hecubauk:Гекаба