Articles

L’account è stato precedentemente sospeso.

Diciassette anni fa, mi sono trovato a fare i conti con scoliosi idiopatica e due curve spinali principali: una era di 74 gradi e l’altra di 55 gradi. E ‘ stata la gravità della mia condizione, e il fatto che in realtà non avevo altra scelta, che mi ha spinto a subire un intervento chirurgico. Per tante ragioni, avere un intervento chirurgico è stata la cosa migliore che avrei potuto fare, ma anche ancora, ci sono alcune cose che nessuno mi ha detto.

Ecco la mia lista:

1. Quando la morfina ha cominciato a svanire, ho dato di matto.

Quando ho avuto un intervento chirurgico, avevo affrontato il dolore spinale per ben tre anni; ero convinto di poter gestire qualsiasi dolore. Pensavo di poter affrontare qualsiasi cosa. Cavolo, mi sbagliavo. Fa male. Fa male come un figlio di puttana. Il livello del dolore era astronomico. Non appena il mio magico bottone di morfina mi è stato portato via, il diavolo stesso è uscito da me. Stavo davvero dando di matto. Non avevo il controllo del mio corpo, della mia mente, del mio dolore, ed era dura. Non riuscivo a dormire. Ho pensato che stavo per morire dal dolore e disagio, e ha ottenuto molto peggio prima ancora di migliorare.

2. Morte per starnuti.

Starnutire, penso, è stata una delle cose peggiori che mi sono capitate dopo aver subito un intervento chirurgico. Prima di operarmi, ho avuto uno starnuto da leone. Starnutirei e si poteva sicuramente sentire. Ma dopo l’intervento, starnutire sembrava che qualcuno stesse segando le mie costole e i miei polmoni. Esso. Essere. Il. Cattivo. Sentimento. Mai. Naturalmente, per evitare il dolore orribile che provavo ogni volta che starnutivo, l’ho semplicemente tenuto il più possibile, il che ha portato al mio attuale starnuto simile a un topo. È così patetico che la maggior parte delle persone non si rende nemmeno conto che sto starnutendo.

3. Ho dovuto andare #2 prima di poter tornare a casa.

È un’esperienza terrificante cercare di fare la cacca dopo aver avuto un importante intervento chirurgico alla colonna vertebrale. Mi sentivo assolutamente certo che stavo per morire sul water. Ma non potevo andarmene a meno che non fossi andato, e anche il mio dottore era super intenso su questo. E ‘ stato particolarmente difficile per me. Mi sento così stressato quando mi sento sotto pressione.

6. Poi hanno tirato fuori la linea arteriosa f * cking dal mio collo.

Non ricordo che il mio medico abbia mai menzionato: “Oh, a proposito, inseriremo questo tubo gigante nella tua arteria e poi lo rimuoveremo una volta che sarai completamente sveglio.”Fortunatamente, per me, ero completamente svenuto quando l’hanno messo dentro, e in effetti, non mi sono nemmeno reso conto che era lì fino a quando non è arrivato il momento di tirarlo fuori. Ricordo che l’infermiera mi disse che non dovevo sentire niente. Si’, giusto. Mentre lo tirava e lo tirava continuava a salire. Era come se un verme che aveva iniziato ad attaccarsi alla mia arteria fosse stato strappato. Per dirla senza mezzi termini, l’ho sicuramente sentito.

5. Non ero come nuovo.

Prima dell’intervento, avevo questa idea che non sarei più curvy e che ne sarei uscito come una persona nuova di zecca. Pensavo che l’intervento avrebbe corretto la curva e mi avrebbe reso dritto, proprio come tutti gli altri. Sfortunatamente, la chirurgia non ha cambiato il fatto che ho la scoliosi, ha semplicemente cercato di correggerla. Nonostante il fatto che ho avuto quattro costole rimosse e innesto osseo aggiunto alla mia gabbia toracica, posso ancora sentire la mia curva. Certo, questo ha reso la mia deformità meno visibile, ma non ha cambiato il modo in cui il mio corpo si sentiva. Anche se non riuscivo a vedere la deformità, l’ho ancora sentita, la sento ancora, sono ancora consapevole di come influisce sul mio corpo ogni singolo giorno.

6. Il dolore non è mai andato via; è sempre lì.

Ricordo di aver pensato che sarei stato indolore dopo l’intervento chirurgico. Proprio come ero convinto che la chirurgia avrebbe risolto tutti i miei problemi. La verita ‘ e ‘ che la chirurgia non risolve tutto. Rende certe cose migliori, ma il dolore non è sicuramente una di quelle cose. Non fraintendermi, il dolore cambia, e in qualche modo è meglio, ma sfortunatamente, la chirurgia non ha risolto tutto il mio dolore, l’ha solo cambiato.

7. Ho dovuto dire addio all’equilibrio e alla coordinazione.

Svegliarsi dopo l’intervento di scoliosi è stato incredibilmente strabiliante. Tutto ad un tratto, mi sentivo come il mio corpo era estraneo, come se ho subito la procedura e mi sono svegliato per trovare il chirurgo mi aveva dato un nuovo corpo. E ‘ stato uno dei sentimenti più strani che abbia mai provato.Il giorno dopo, mi sentivo come Bambi on ice. Ero così traballante e scoordinato. Il mio corpo non rispondeva come volevo, e continuavo a sentirmi come se stessi per crollare. Era così surreale. Purtroppo, però, non ho mai veramente fatto ritrovare il mio equilibrio e la coordinazione. Sono ancora una delle persone più goffe di sempre.

8. Che cosa significa anche essere flessibili?

Ero molto flessibile come un bambino. Non ho avuto problemi a fare una spaccatura, e i backbends non erano niente per me. Ma dopo l’intervento, tutto è cambiato. Il titanio e alcune viti hanno ucciso tutta la mia flessibilità, e non ricordo come ci si sente ad essere flessibili.

9. Mi sentivo come un disco rotto.

Non ho idea di quante volte ho raccontato la mia storia. Sono abbastanza sicuro che devono essere migliaia ormai. Vorrei poter dire che ci sono abituato, ma non lo sono. Non mi piace raccontare la mia storia, ma ad un certo punto inizia a diventare leggermente ripetitivo.

10. Le persone non sanno cosa sia la scoliosi.

La scoliosi colpisce circa 7 milioni di persone negli Stati Uniti, eppure ci sono ancora persone là fuori che non hanno idea di cosa sia. Sono felice di spiegarlo a chiunque non sappia cosa sia, ma vorrei che ci fosse più consapevolezza su una condizione estremamente comune in tutto il mondo.

12. Ci sono cose che non dovrei fare.

Ho barre di titanio e viti accanto alla mia spina dorsale. Questo significa che sono a rischio di perforare uno qualsiasi dei miei organi se ho un grave incidente, quindi per quanto voglio fare attività ad alto impatto, non dovrei. Devo essere consapevole del mio corpo e consapevole dei miei limiti.

13. Le ferite richiedono un’eternità per guarire.

Ho 30 anni; non sono un pollo primaverile, ma non ho nemmeno 85 anni. Eppure, il mio corpo non guarisce al ritmo vorrei che ha fatto. Sono caduto dalle scale di cemento l’anno scorso, e sto ancora cercando di recuperare dall’impatto di quella caduta. A causa delle aste e delle viti nella mia colonna vertebrale, qualsiasi impatto o lesione può causare lividi ossei interni, che richiede molto tempo per guarire. Fidati di me, non consiglio di ferirti dopo aver subito un intervento chirurgico alla scoliosi.