Articles

Le Olimpiadi dello sport sono anche le Olimpiadi del sesso

Un record sembra quasi garantito per essere rotto ad ogni Giochi Olimpici—il numero di preservativi forniti agli atleti nel villaggio olimpico. A Rio 2016, il conteggio si attesta a 450.000, con 175.000 bustine di lubrificante per buona misura—la più grande quantità di contraccettivi mai consegnati a un Giochi olimpici.

I numeri sono saliti da quando hanno iniziato a distribuire preservativi ai Giochi estivi del 1988 a Seoul. Sono le Olimpiadi e le passioni sono alte. Come suggerito da ESPN exposé del 2012:

Gli olimpionici sono giovani, persone estremamente sane che si allenano con l’intensità delle truppe da combattimento da anni. Improvvisamente vengono rilasciati in un bozzolo dove giornalisti indiscreti e genitori iperprotettivi non sono ammessi. Il testosterone pre-competizione è in esecuzione alta. Molti olimpionici sono in modalità affusolata, piena di energia in eccesso perché stanno mantenendo una dieta di allenamento fino a 9.000 calorie al giorno mentre non si allenano così duramente.

Migliaia di corpi, al culmine della forma fisica, isolati e stressati, spinti in un calderone di hype per due settimane-perché non dovrebbe esserci sesso?

La convinzione di lunga data che in qualche modo il sesso e gli sport professionistici non dovrebbero mescolarsi è un mito che risale agli antichi greci, che hanno fondato le Olimpiadi. Credevano che lo sperma contenesse un’energia divina e che la forza di un uomo potesse essere potenziata non eiaculando. Non solo consuma energia, riduce l’aggressività, mentre la frustrazione sessuale la aumenta. La dedizione al tuo sport dovrebbe essere un voto di castità, un segno di impegno. Prestazioni in camera da letto rompe le prestazioni sul campo. Quindi risparmiatelo per il campo.

Questo mito vale ancora, specialmente negli sport storicamente “virili” come il pugilato. Ma per quanto gli scienziati possono dire, il sesso non ha quasi alcun inconveniente per le prestazioni di un atleta.

Pubblicato sei settimane prima delle Olimpiadi di Rio in Frontiers in Physiology, un gruppo di ricercatori europei ha passato al setaccio la letteratura scientifica per trovare nove dei migliori studi condotti negli ultimi 50 anni per vedere le conseguenze del sesso sulle prestazioni atletiche. Ognuno aveva studiato piccoli gruppi di atleti, sottoponendoli a esami fisici il giorno dopo aver fatto sesso. Il verdetto è piuttosto duro:

L’impatto dell’attività sessuale prima di una competizione sportiva non è ancora chiaro, ma la maggior parte degli studi sembra generalmente escludere un impatto diretto dell’attività sessuale sulle prestazioni atletiche aerobiche e di forza.

Gli studi non hanno trovato alcuna influenza del rapporto sessuale sulla forza muscolare e nessuna differenza significativa nel carico di lavoro fisico che i soggetti potrebbero raggiungere o nella concentrazione mentale dei partecipanti. Per gli uomini, non sembrava esserci alcun effetto negativo sui livelli di testosterone nel sangue, a breve o lungo termine, e per ogni argomento che il sesso diminuisce i livelli di testosterone lo stesso si potrebbe dire a riguardo aumentandoli.

Uno studio ha notato che potrebbe esserci un leggero cambiamento nel tempo di recupero, ma finché il sesso non è inferiore a due ore prima che tu sia dovuto sul campo, probabilmente stai bene, dicono i ricercatori.

Dopo tutto, anche se il sesso è un allenamento, non è faticoso. Supponendo una media di 20-30 minuti, è circa lo stesso di una breve corsa o camminare su due rampe di scale, bruciando circa 25 calorie. Per gli atleti olimpici al culmine del fitness, che dovrebbe essere un problema.

Lo sport ti rende più randier?

Certamente, allenarsi fa bene al sesso. L’esercizio migliora la circolazione sanguigna, che è buona per il desiderio sessuale, così come il testosterone. Stimola anche il sistema nervoso simpatico del corpo, che è stato collegato all’eccitazione sessuale nelle donne. Uno studio condotto da ricercatori dell’Università di Harvard su 160 nuotatori maschi e femmine sulla quarantina e sessant’anni ha scoperto che quelli che facevano nuotate regolari facevano sesso più frequente e piacevole.

Questo potrebbe spiegare perché hanno bisogno di 450.000 preservativi a Rio? Essere in piena forma fisica ti rende in qualche modo più arrapato?

Sì e no. Non ci sono studi diretti sul fatto che i livelli professionali o olimpici di fitness aumentino il desiderio sessuale, dice Nicola Maffulli, professore di medicina dello sport alla Queen Mary University di Londra. I veri studi sperimentali in questo campo sono difficili. “Non sarebbe etico chiedere agli atleti di avere rapporti sessuali o masturbarsi il giorno/notte prima di una competizione, e poi vedere come se la cavano”, ha detto Maffulli a Quartz. “Non riesco a vedere un’agenzia di sovvenzioni che finanzi tali studi e l’etica li approvi!”

Semmai, ci sono prove del contrario. “L’esercizio di resistenza estrema nei maschi riduce la quantità di testosterone e questo, se non altro, può diminuire la libido”, dice. Nelle donne, l’esercizio di resistenza estrema può portarli a perdere il loro periodo, che influenza negativamente i loro livelli di ormoni sessuali e quindi la libido.

Psicologicamente, gli effetti di un sacco di sesso possono effettivamente essere positivi. Secondo una revisione del 2000 della letteratura scientifica, c’è certamente un ” livello ottimale di vigilanza/ansia prima di una competizione, e una scarsa prestazione risulterà dall’essere troppo ansiosi o non abbastanza attenti.”Il sesso nella mente potrebbe essere una distrazione, ma alcuni esperti pensano che la distrazione dell’astinenza possa fare più male.

Il pericolo più grande è la roba che a volte viene fornito con l’attività sessuale—alcol, fumo, privazione del sonno. Ma se si può essere severi su questo e concedetevi riposo prima del vostro grande evento sportivo, un allenamento camera da letto sembra bene.

Per gli olimpionici, il sesso è una distrazione—una buona. E a differenza degli antichi greci, ora hanno Tinder.