Articles

Library Archive

I tumori della tiroide derivano dal tessuto tiroideo situato nel collo. La maggior parte (80-90 %) dei tumori della tiroide sono maligni (carcinomi). La maggior parte dei cani con tumori della tiroide ha una normale funzione tiroidea. La diminuzione della produzione della ghiandola tiroidea può verificarsi a causa della distruzione tumorale del normale tessuto tiroideo. I carcinomi tiroidei hanno un moderato potenziale di metastasi( diffusione del tumore), con circa il 33% dei pazienti con evidenza di metastasi al momento della diagnosi. L’organo più comune per questo tumore a diffondersi (metastatizzare) è i polmoni.

Diagnosi

La maggior parte dei cani si presenterà per una massa o gonfiore al collo. Difficoltà a deglutire, mangiare o una tosse secca sono anche comuni. I tumori possono essere discreti e liberamente mobili o possono causare un grande gonfiore diffuso del collo. La diagnosi può essere fatta con un ago sottile aspirato o biopsia incisionale. Poiché questi tumori hanno un grande apporto di sangue, la contaminazione del sangue può impedire l’identificazione delle cellule tumorali in campioni con tessuto limitato o aspirazione con ago sottile. Per tumori piccoli e mobili, la rimozione con biopsia produrrà una diagnosi definitiva. La valutazione ecografica è spesso utile con grandi masse per determinare il grado di invasione e la possibilità di rimozione chirurgica. Una volta che un tumore della tiroide è stato diagnosticato, i raggi X del torace sono raccomandati per valutare le possibili metastasi (diffusione) ai polmoni. Il lavoro di sangue di routine, incluso un livello tiroideo, è anche raccomandato per valutare la salute generale del tuo animale domestico, inclusa la funzione tiroidea.

Trattamento

Chirurgia:

Le raccomandazioni di trattamento per i tumori della tiroide sono dettate dalla dimensione della massa, dal grado di invasione e dal fatto che il tumore sia funzionale. Per piccole masse mobili, si raccomanda la rimozione chirurgica. Se il tumore è contenuto all’interno della capsula della ghiandola, viene completamente rimosso e di basso grado, non può essere necessaria alcuna ulteriore terapia. Per i tumori in cui la chirurgia non è in grado di rimuovere tutto il tessuto o vi è evidenza di invasione nei vasi sanguigni e linfatici, è necessaria una terapia aggiuntiva. Un veterinario certificato da bordo può determinare il piano di trattamento chirurgico ottimale per il tuo animale domestico.

Radioterapia:

Definitivo (intento curativo) – Corso definitivo la radioterapia è raccomandata per i pazienti i cui tumori sono stati “debulked” con la chirurgia, ma la chirurgia non riesce a rimuovere tutto il tessuto tumorale microscopico. La radioterapia viene somministrata per uccidere tutte le cellule tumorali rimanenti nel sito chirurgico. La chemioterapia è spesso raccomandata in combinazione con le radiazioni per cercare di prevenire o ritardare la malattia metastatica.

Chemioterapia:

La chemioterapia è raccomandata per i pazienti i cui tumori presentano caratteristiche di comportamento aggressivo come l’invasione nei vasi sanguigni o linfatici. La chemioterapia viene anche utilizzata in combinazione con la radioterapia per i pazienti i cui tumori sono stati rimossi o per i pazienti sottoposti a radiazioni palliative per tumori di grandi dimensioni non resecabili. La chemioterapia senza chirurgia o radiazioni è utile per controllare il carcinoma della tiroide, anche nei casi di malattia metastatica. La maggior parte dei pazienti può essere gestita bene per mesi fino a due anni. Carboplatino e doxorubicina chemioterapie sembrano avere una certa efficacia nei carcinomi della tiroide. La chemioterapia viene somministrata per via endovenosa ogni 3 settimane per 4-5 trattamenti. La chemioterapia orale a basso dosaggio (metronomica) è un’altra opzione che è redditizia, fornisce la qualità eccellente di vita e ritarda la ricrescita e la metastasi interferendo con la capacità dei tumori di formare i nuovi vasi sanguigni.

Prognosi

La prognosi per i tumori benigni della tiroide (adenomi) è buona, poiché la maggior parte dei tumori benigni può essere curata con un intervento chirurgico. La prognosi per i carcinomi della tiroide dipende dalla dimensione del tumore, dal grado (differenziazione), dal grado di invasione locale e dalla presenza di invasione linfatica e/o vascolare. Per i piccoli tumori, la chirurgia da sola può produrre tempi di sopravvivenza da 2 a 3 anni o più.

Per tumori che non possono essere completamente rimossi con chirurgia o tumori che hanno evidenza di invasione linfatica e/o vascolare, si raccomanda una terapia aggiuntiva (radioterapia e / o chemioterapia). In definitiva, la maggior parte dei pazienti con carcinomi tiroidei svilupperà una malattia metastatica; tuttavia, con la terapia di combinazione, molti pazienti godranno di una buona qualità di vita senza cancro per 1 o 2 anni.

Per tumori grandi e invasivi che non possono essere rimossi con la chirurgia, la chemioterapia combinata e la radioterapia spesso comportano una diminuzione delle dimensioni del tumore e un significativo miglioramento della qualità della vita del tuo animale domestico.