Articles

Pianta della settimana: Wisteria, American

La University of Arkansas System Division of Agriculture non promuove, supporta o consiglia le piante presenti in ” Pianta della settimana.”Si prega di consultare il proprio ufficio di estensione locale per gli impianti adatti alla propria regione.

  • A
  • B
  • C
  • D
  • E
  • F
  • G
  • H
  • I
  • J
  • K
  • L
  • M
  • N
  • O
  • P
  • Q
  • R
  • S
  • T
  • U
  • V
  • W
  • X
  • Y
  • Z

American Wisteria Latin: Wisteria frutescens

Picture of American Wisteria
Amethyst Falls is the most commonly offered American Wisteria.

Vines can be big and fast growing, intent on world domination. Think kudzu. Pensa al glicine. Ma anche i coltivatori veloci come il glicine possono essere gestiti se vengono fatte alcune scelte iniziali. Una di queste scelte consiste nel piantare il glicine americano (Wisteria frutescens), non il suo selvaggio, eccessivamente vigoroso parente Wisteria floribunda dal Giappone.

Il glicine americano è un vitigno deciduo nativo che si trova nei boschetti umidi in tutti gli stati del sud-est nella pianura costiera del golfo. Può crescere viti gemellaggio 20 a 30 piedi di lunghezza, ma non è così vigorosa come glicine giapponese, che cresce più velocemente e può raggiungere altezze di 60 piedi o più.

Le foglie sono di colore verde scuro, composte da nove a 15 foglioline. Fragrante blu, lavanda o fiori bianchi appaiono dopo le foglie e sono prodotti in capriate che sono in genere 5 pollici di lunghezza. I singoli fiori a forma di pisello sono più grandi sul glicine americano che sulle sue controparti asiatiche, ma la vistosità complessiva in fiore non è così grande perché le capriate sono più piccole e appaiono dopo che le foglie emergono.

Wisteria è stato chiamato in onore di Caspar Wistar (1761-1818), un medico di Filadelfia che insegnava anatomia usando cadaveri infusi di cera, una tecnica che sviluppò. Wistar, il cui nome botanico Thomas Nuttall ha scritto male quando ha chiamato la pianta, è stato uno dei primi sostenitori dell’immunizzazione in America. Fu anche un membro attivo dell’American Philosophical Society e sostenne gli sforzi di scavo del primo scheletro di mammut.

Il famoso artista Charles Peale (1741-1827) è meglio conosciuto per i suoi dipinti iconici di George Washington, Thomas Jefferson e altri luminari del suo tempo, ma era anche fortemente interessato alla storia naturale. Si interessò ai mammut dopo che gli fu chiesto di illustrare alcune delle ossa giganti trovate in una leccata di sale lungo il fiume Ohio. Nel 1801, Peale e i suoi figli organizzarono la prima spedizione scientifica per recuperare uno scheletro completo in terreni paludosi a New York.

Il glicine americano fa meglio in un terreno fertile, moderatamente umido. Fiorisce meglio in pieno sole, ma fiorirà in ombra. Le piante sono resistenti dalle zone da 5 a 9.

Il glicine americano è una buona vite per piantare su archi di gateway, per topping pergolati e persino per allenarsi lungo le recinzioni. Come altri vitigni vigorosi dovrebbe essere sostenuto da un forte traliccio. Idealmente, il traliccio dovrebbe essere isolato dagli alberi vicini o da altre strutture su cui potrebbe sfuggire.

Il modo corretto per potare i glicini dipende da come vengono coltivati. Se la vite è piantata su una recinzione a catena, potarla in inverno ogni anno per rimuovere germogli eccessivamente lunghi e limitarne la diffusione. Se i germogli laterali vengono rimossi, lasciare un paio di gemme alla base di ciascun ramo per la fioritura.

Se la vite supera un pergolato o altra struttura, potare la vite indietro duro ogni anno dopo la fioritura per tenerlo sotto controllo. In entrambi i casi, impostare i limiti in anticipo su quanto grande la vite sarà permesso di ottenere e poi attenersi a loro. Alcune potature saranno necessarie ogni anno per mantenere le dimensioni.

Di: Gerald Klingaman, in pensione
Extension Horticulturist-Ornamentals
Extension News-10 aprile 2009