Articles

Uretrostomia perineale

Uretrostomia perineale, comunemente abbreviato PU, è il trattamento chirurgico di scelta per i gatti maschi che hanno episodi ricorrenti di ostruzione uretrale.

I gatti come specie sono altamente suscettibili allo stress ambientale e gatti particolari svilupperanno una condizione nota come” cistite idiopatica felina ” o FIC. FIC provoca infiammazione del tratto urinario e produce sintomi simili a un’infezione del tratto urinario. Sfortunatamente, i gatti maschi hanno un’uretra ristretta rispetto ai gatti femmine, quindi questa risposta infiammatoria può effettivamente portare all’ostruzione uretrale e impedire loro di urinare. La vescica diventerà dura e dilatata poiché l’urina non è in grado di sfuggire. Quando i gatti sono ostruiti o “bloccati” mostrano segni di sforzo per urinare, frequenti visite alla lettiera, vocalizzanti nel dolore e agiranno letargici o nascosti. L’ostruzione urinaria è considerata un’emergenza medica e se l’ostruzione è prolungata può causare gravi danni renali, aritmie cardiache e morte. Per questo motivo si consiglia un trattamento immediato da parte di un veterinario ogni volta che si notano questi segni. Tipicamente l’ostruzione viene risolta passando un catetere urinario sotto sedazione o anestesia, ma il periodo di recupero può essere giorni in un ospedale mentre l’infiammazione si risolve.

I gatti maschi possono anche diventare ostruiti per cause meno comuni come calcoli vescicali o stenosi dell’uretra da traumi.

Gli episodi ricorrenti di ostruzione urinaria possono essere frustranti per i proprietari poiché i costi veterinari si sommano rapidamente per le visite di emergenza. In alcuni casi i proprietari scelgono di eutanasia loro animali domestici perché non possono gestire il pedaggio emotivo e finanziario che ripetuti episodi di ostruzione urinaria pericolosa per la vita provoca.

Fortunatamente, PU è un’opzione chirurgica prontamente disponibile presso il DVSC che ha un grande successo nel prevenire l’ostruzione ricorrente a lungo termine. La procedura PU comporta la rimozione della porzione ristretta dell’uretra felina. Questa procedura si traduce in un’apertura dell’uretra allargata, che riduce notevolmente il rischio di ostruzione urinaria. È importante notare che questa procedura non riduce il rischio di FIC, o altre cause di ostruzione, solo che quando si verifica la possibilità di ostruzione è molto meno. FIC può quindi essere gestito su base non di emergenza dal veterinario di famiglia. Se l’ostruzione è il risultato di calcoli vescicali, è necessaria una terapia medica per prevenire la riformazione della pietra.

In alcuni casi un PU viene eseguito in caso di emergenza quando un gatto è ostruito e un catetere urinario non riesce ad alleviare l’ostruzione.

Seguendo la procedura PU i gatti di solito rimangono in ospedale per alcuni giorni e poi vengono dimessi a casa. I gatti continuano a urinare normalmente in seguito. Complicazioni possono verificarsi da questa procedura, anche se la maggior parte sono minori. La complicanza post-operatoria più significativa è quella della stenosi, o dello spavento, della nuova apertura uretrale. Questo accade raramente, ma se lo fa revisione chirurgica può essere necessario. Raramente, i gatti possono diventare più suscettibili alle infezioni del tratto urinario (UTI) come risultato di questa procedura. Le UTI sono di solito facilmente riconoscibili e si risolvono con una semplice terapia antibiotica.

La procedura PU è stata studiata in molti studi universitari veterinari che hanno tutti mostrato risultati eccellenti per un esito a lungo termine e privo di malattia. I proprietari intervistati in questi studi hanno riportato un’elevata soddisfazione per la procedura anche quando si verificano infezioni del tratto urinario, poiché i loro gatti non hanno più il rischio di ostruzione uretrale pericolosa per la vita.